Una storia confortante

 

“Ma Egli non le rispose parola…” (Matteo 15:23)

 

I ricercatori sinceri che ancora non hanno ottenuto la benedizione, possono trarre conforto da questa storia.

Il salvatore non concesse subito la benedizione, anche se la donna aveva una grande fede in Lui.

Egli intendeva donargliela, ma volle aspettare un po’ di tempo.

“Egli non le rispose parola”.

Le sue preghiere non erano buone?

Niente di meglio al mondo.

Il suo caso non era urgente?

Esso era dolorosamente urgente.

Ella non sentiva a sufficienza il suo bisogno?

Lo sentiva intensamente.

Non era abbastanza fervente?

Lo era.

Non aveva fede?

Ne aveva tanta che persino Gesù se ne meravigliò e disse: “O donna grande è la tua fede”.

Anche se è vero che la fede porta pace, non sempre però essa la concede istantaneamente.

Ci possono essere determinate ragioni che richiedono la prova della fede piuttosto che la sua ricompensa.

La fede sincera può essere nell’anima come un seme nascosto, ma che ancora non è germogliato e fiorito in pace e gioia.

Un silenzio penoso da parte del salvatore è una prova difficile per molte anime che aspettano; ma ancora più pesante è l’afflizione per la Sua risposta aspra e tagliente: “Non è bene prendere il pane dei figliuoli per buttarlo ai cagnolini”.

Molti che aspettano la risposta del Signore trovano una gioia immediata, ma questo non accade a tutti.

Alcuni sono trasportati in un momento dalle tenebre alla luce, ma altri sono come piante dalla crescita più lenta.

Ti può essere dato un profondo senso di peccato, anziché un sentimento di perdono, e in tal caso avrai bisogno di pazientare per sopportare il duro colpo.

Ah! povero cuore, anche se Cristo ti colpisce e ti schiaccia, o se persino ti uccidesse, confida in Lui; anche se dovesse rivolgerti una parola dura, credi nell’amore del Suo cuore.

Ti supplico, non rinunciare a cercare o a confidare nel mio Maestro soltanto perché non hai ancora ottenuto la gioia che stai aspettando.

Rifugiati in Lui e fidati di Lui con perseveranza, anche se non riesci a sperare con allegrezza.

Dio ci benedica.

A risentirci il 6 settembre.

 

Video di presentazione
Prossimi eventi
  • Nessun evento programmato
Chiamata al cordoglio
immagine
Ultimo aggiornamento
Parole di vita
Radio Evangelo
Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi