UN GIOVANE TEMERARIO

Un professore universitario sfidò gli studenti del suo corso ponendo loro questa domanda: “Veramente è stato Dio a creare tutto ciò che esiste?”.
Uno studente rispose con coraggio: “Sì, è stato Dio”.
“Ma ha creato proprio tutto?”, ribatté il professore.
“Sì, signor professore” rispose il giovane.
Al che il professore aggiunse: “Se Dio ha creato tutto, allora è stato sempre Lui a creare il male, perché il male esiste, quindi, Dio è cattivo”.
A tale risposta, lo studente non seppe più cosa rispondere, ed il professore, contento, si vantava di avere provato un’altra volta che la fede cristiana era soltanto un mito.
Fu allora che un altro studente alzò la mano e chiese: “Posso fare qualche domanda?”.
“Certamente!”, rispose il professore.
Il giovane disse: “Professore, esiste il freddo?”.
“Ma che domanda? Certo che esiste, lei non ha mai avuto freddo?”.
Il giovane rispose: “In realtà, signore, sappiamo che il freddo non esiste perché, secondo le leggi della fisica, quello che noi consideriamo freddo, in effetti, è assenza di caldo. Tutti i corpi diventano inerti, incapaci di reagire, ma il freddo non esiste, abbiamo creato noi quel termine per descrivere come ci sentiamo se non abbiamo caldo”.
Il giovane chiese ancora: “Professore, secondo lui, il buio esiste?”.
Il professore rispose: “Certo che esiste!”.
Lo studente aggiunse: “Secondo le leggi della fisica, però, il buio non è altro che assenza di luce. Possiamo, infatti, studiare la luce, ma non il buio. Anche un semplice raggio di luce illumina le tenebre e la superficie che colpisce. Si può sapere quanto buio c’è in un determinato spazio, soltanto in base alla quantità di luce presente in quello spazio. Buio è un termine che l’uomo ha sviluppato per descrivere quello che succede quando non c’è luce”.
Alla fine, il giovane concluse: “Secondo queste teorie appena enunciate, neanche il male esiste, o, almeno, non esiste di per sé. Il male è semplicemente l’assenza del bene. È, come nei casi precedentemente analizzati, un termine che l’uomo ha creato per descrivere l’assenza del bene. Dio non ha creato il male, non è come la fede o l’amore che esistono come esistono il caldo e la luce. Il male, in definitiva, è il risultato dell’assenza di Dio nei cuori degli uomini, proprio come si ha il freddo in assenza di caldo o il buio in assenza di luce”.
A quel punto, il professore, dopo aver abbassato il capo, rimase in silenzio, pensando alle parole del giovane Albert Einstein.

Video di presentazione
Prossimi eventi
  • Nessun evento programmato
Chiamata al cordoglio
immagine
Ultimo aggiornamento
Parole di vita
Radio Evangelo
Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi