State alla prua!

 

 

“Dimenticando le cose che stanno dietro e protendendomi verso quelle che stanno dinanzi, proseguo il corso verso la meta” FILIPPESI 3:13-14

 

State sempre alla prua!

Lasciate la poppa con la visione limitata che consente e dirigetevi verso la prua.

Trascorrere del tempo rivedendo tristemente i vecchi peccati e i fallimenti non significa considerarli nella giusta prospettiva.

Confessateli e credete che per amore di Cristo essi sono passati e sono stati interamente perdonati!

Le cadute spesso forniscono il presupposto del successo e la parte morta di noi stessi può diventare la passatoia per accedere alle cose migliori.

Il nostro Signore disse ai suoi discepoli: “Dormite pure oramai, e riposatevi!”.

Il passato è irrimediabilmente alle nostre spalle, ma immediatamente aggiunse: “Levatevi, andiamo!”.

È vero, il cielo davanti a noi può essere oscurato dalle nuvole che minacciano tempesta.

I profeti della meteorologia sostengono che sul mondo si stanno riversando punizioni inevitabili senza che nulla di buono appaia all’orizzonte; che sette civiltà sono già passate e stiamo per vedere la scomparsa dell’ottava.

Sia pure così, ma essi dimenticano che Dio tiene le acque tempestose nel cavo della sua mano; che Gesù camminò sui flutti minacciosi per soccorrere i Suoi amici.

Essi dimenticano che quando la Terra era informe e vuota, lo Spirito di Dio era presente nel caos e nell’oscurità, creando i cieli e la Terra stessa.

Essi non possono riconoscere la voce del creatore che disse: “Ecco, io faccio ogni cosa nuova!”.

Dal caos è nato il cosmo. ogni epoca muore in preda ad un travaglio dal quale scaturisce una nuova era.

Guarda la vasta linea dell’orizzonte, e preparati ad affrontare le nuove terre da esplorare, le meravigliose scoperte che ci attendono, le grandi missioni, ancora nascoste, che aspettano di essere compiute nel futuro.

Non dubitare mai del fatto che le nuvole si dissolveranno.

Può sembrare che il Maestro dorma sul suo cuscino, ignaro e indifferente, ma la sua mano è sul timone.

Egli guida il corso della tua vita; impartisce ordini alle onde ed esse Gli ubbidiscono.

Dio ti benedica.

A risentirci la prossima settimana.

 

 

Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi