QUANDO LO SPIRITO SANTO PARLA

 

Qualche tempo fa, in Brasile in un autobus si è verificato un avvenimento che ha dell’incredibile, anzi del miracoloso.

Un giovane ragazzo credente, come di consueto, aveva preso l’autobus per dirigersi al lavoro.

Era un giorno come tanti e nulla lasciava presagire quanto stava avvenendo.

Mentre l’autobus procedeva verso la sua destinazione, improvvisamente questo giovane cristiano sentì dentro di sé la voce dello Spirito Santo che lo invitava a dire qualcosa ai passeggeri che fino a quel momento erano tranquillamente seduti.

Dopo aver raccolto la forza ed il coraggio, si alzò in piedi e disse: “Gesù sta per ritornare, vi prego, ravvedetevi mentre ancora c’è tempo”.

Mentre proferiva il suo discorso, un signore seduto in fondo all’autobus con tutta la sua voce, urlò: “Stai zitto, vogliamo stare in pace”!

Il giovane credente intimidito ed intimorito si sedette subito e rimase in silenzio.

Sembrava annichilito.

Ma lo Spirito Santo riprese a parlare fortemente al suo cuore e lo spinse a pronunciare le stesse parole: “Gesù sta per ritornare, vi prego, ravvedetevi mentre ancora c’è tempo”.

Come una molla scattò in piedi e con gran coraggio, nuovamente, condivise il messaggio che Dio gli aveva messo nel cuore.

Ma ancora una volta quell’uomo duro, burbero, gli urlò di tacere.

La sua voce ebbe la meglio sul giovane credente che si sedette nuovamente annichilito dall’uomo posizionato in fondo all’autobus.

La sua paura durò pochi istanti, perché lo Spirito Santo nuovamente gli parlò, riempiendolo con la Sua forza.

Per la terza volta il ragazzo scattò in piedi pronunciando la stessa frase: “Gesù sta per ritornare, vi prego, ravvedetevi mentre ancora c’è tempo”.

Nuovamente quell’uomo si mise a strillare e ad urlare.

Non voleva ascoltarlo, non gli interessava di Dio e mentre tutto paonazzo invitava il giovane a tacere per sempre, suo figlio che era seduto al suo fianco gli disse: “Papà non farlo tacere un’altra volta, lui è stato mandato da Dio”!

Quell’uomo con gli occhi spalancati, la bocca aperta ed il viso arrossito, cadde in ginocchio sul pavimento dell’autobus, piangendo, piegato in due.

Il giovane credente vedendo l’accaduto, corse verso l’uomo e gli chiese cosa stesse succedendo e perché piangesse così a dirotto.

L’uomo con il volto pieno di lacrime, con la voce rotta dal dolore, con i pugni chiusi, alzando lo sguardo verso il giovane credente disse: “Riconosco che veramente tu dici la verità ed è Dio che ti ha spinto a predicare, perché mio figlio era MUTO ed ora PARLA.

È UN MIRACOLO”.

Isaia 35:5-7: “Allora si apriranno gli occhi dei ciechi e saranno sturati gli orecchi dei sordi; allora lo zoppo salterà come un cervo e la lingua del muto canterà di gioia; perché delle acque sgorgheranno nel deserto e dei torrenti nei luoghi solitari; il terreno riarso diventerà un lago, e il suolo assetato si muterà in sorgenti d’acqua”.

 

Seguici anche su Facebook
Video di presentazione
Prossimi eventi
  • Nessun evento programmato
Chiamata al cordoglio
immagine
Ultimo aggiornamento
Parole di vita
Radio Evangelo
Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi