PREDICA IN MODO SEMPLICE: SII CHIARO E COMPRENSIBILE

Gesù non ha oscurato i suoi messaggi con termini tecnici o teologici.

Ha parlato usando parole semplici che tutti potevano capire.

Dobbiamo ricordarci che Gesù non usava il greco classico, né il linguaggio degli eruditi.

Usava il linguaggio di strada del suo tempo e parlava di animali, semi, monete perdute ed altri oggetti di uso comune con i quali tutti potevano identificarsi.

Gesù ha insegnato verità profonde in modi semplici.

Oggi, noi facciamo il contrario: insegniamo verità semplici in modi difficili.

Delle volte, quando ai pastori sembra di essere stati “profondi”, in realtà si potrebbe dire che sono semplicemente stati “difficili”.

Piace mostrare la conoscenza approfondita usando parole greche e terminologia accademica.

A nessuno interessa il greco quanto ai pastori.

Ritengo che l’abbondanza di studi sulle parole nelle prediche scoraggi una certa fiducia nel testo biblico tradotto nelle nostre lingue.

E’ facile complicare il Vangelo, e certamente Satana vorrebbe tanto che noi facessimo proprio così.

L’apostolo Paolo era preoccupato che “talora le vostre menti non siano corrotte e sviate dalla semplicità che si deve avere riguardo a Cristo” (2Cor. 11:3).

E RICORDATEVI CHE SEMPLICE NON VUOL DIRE SUPERFICIALE.

SEMPLICE NON VUOL DIRE SEMPLICISTICO.

SEMPLICE VUOL DIRE ESSERE CHIARI E COMPRENSIBILI.

Per esempio “Questo è il giorno che il Signore ha fatto” è semplice, mentre: “Buona giornata” è semplicistico, è superficiale.

Non pensi in profondità a quello che stai dicendo.

La maggior parte della gente oggi comunica usando meno di 2.000 parole, e si affida a circa 900 parole in una giornata media.

Se tu vuoi comunicare con la maggior parte della gente, dovrai sforzarti di tenere i tuoi discorsi semplici.

Quando mi chiamano “un predicatore semplice” lo prendo come un complimento.

Mi interessa vedere le vite cambiate, non la gente colpita dalla mia “preparazione.”

Preferisco parlare chiaro che complicato.

Gesù – e nessun altro – dovrà essere il nostro modello.

Quando predicheremo come faceva Lui, vedremo i risultati che vedeva Lui.

“RICORDATI, SEMPLICE NON VUOL DIRE SUPERFICIALE. SEMPLICE NON VUOL DIRE SEMPLICISTICO. SEMPLICE SIGNIFICA PARLARE CHIARO E COMPRENSIBILE A TUTTI”.

A risentirci la prossima settimana.

 

Video di presentazione
Prossimi eventi
  • Nessun evento programmato
Chiamata al cordoglio
immagine
Ultimo aggiornamento
Parole di vita
Radio Evangelo
Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi