Misericordia e giudizio

 

“Se mi mettesse alla prova, ne uscirei come l’oro” (Giobbe 23:10)

 

Il credente è un viaggiatore; egli non è qui per vivere la sua esistenza come se questa rappresentasse una realtà definitiva.

Come un forestiero e un pellegrino, egli sta attraversando questo mondo per arrivare alla città celeste.

Ma c’è uno scopo che non è collegato né è funzionale al raggiungimento di un dato luogo (il cielo) ma che è connesso alla formazione di un carattere ben preciso.

Il percorso del pellegrino è concepito per produrre una personalità che si riveli adatta al luogo e al servizio che ci attende nell’eternità.

Per produrre un simile carattere, ed essere di benedizione agli altri lungo il cammino, Dio ha prestabilito un percorso.

Nessun progresso e nessuna sosta avviene per caso; le spinte in avanti come le frustrazioni fanno tutte parte del Suo piano.

Le porte chiuse come quelle aperte si rivelano utili durante il cammino.

Quaggiù non siamo in grado di comprendere il significato di molti accadimenti; del resto, come potrebbero esseri così semplici e limitati comprendere il mistero delle vie del sapiente Iddio?

Ma la nostra incapacità di comprendere ci offre l’opportunità di confidare in Dio, di raccontarGli e di dimostarGli che siamo felici di ciò che Egli sta facendo per noi, perché confidiamo nel fatto che ogni cosa è finalizzata al nostro bene.

Mentre compiamo questo viaggio, le cose del mondo perdono importanza poiché, avendo come obiettivo l’eternità, il nostro carattere viene perfezionato in vista del servizio che ci attende.

Siamo il popolo di Dio.

Egli conosce la nostra fragilità, per questo ci sta fortificando per mezzo dei pesi che portiamo.

Egli conosce le nostre mancanze e ci prepara a fare il meglio proprio attraverso i nostri errori.

Ora ci sono domande che rimangono prive di risposta ma, quando avremo raggiunto il paese dell’Emmanuele, allora potremo cantare: “Con misericordia e con giudizio Egli ha intessuto l’ordito del mio tempo”.

È il trionfo della fede che ci porta a credere che tutte le Sue provvidenze sono autentiche grazie.

Dio ci benedica.

A risentirci la prossima settimana.

 

Video di presentazione
Prossimi eventi
  • Nessun evento programmato
Chiamata al cordoglio
immagine
Ultimo aggiornamento
Parole di vita
Radio Evangelo
Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi