Il pericolo della pigrizia

 

“dormire un po’, sonnecchiare un po’, incrociare un po’ le mani per riposare… e la tua povertà verrà come un ladro e la tua miseria, come un uomo armato” PROVERBI 24:33-34

 

Il peggior pigro chiede soltanto. di dormire un pò.

Sarebbe indignato se fosse accusato di pigrizia: piegare per un pò le braccia per dormire è tutto quello che desidera, e ha un sacco di ragioni per dimostrare che questo riposo è proprio necessario.

Eppure, con queste piccolezze, il giorno declina, il tempo per lavorare se ne va, e intanto il campo si ricopre di spine.

E’ con il rimandare sempre che gli uomini rovinano la loro anima.

Essi non hanno intenzione di indugiare per anni: soltanto alcuni mesi, e verrà il tempo opportuno, domani magari.

Ma al presente sono così occupati, le richieste appaiono improponibili e chiedono dunque di essere scusati.

Come la sabbia nella clessidra, il tempo passa via, la vita è sciupata goccia a goccia, e il tempo della grazia viene perso sonnecchiando.

Oh, poter essere saggi, cogliere il momento che fugge, e servirsi al volo dell’attimo!

Possa il Signore insegnarci questa sera verità, poiché altrimenti ad attenderci ci sarà la peggiore povertà, l’indigenza eterna che non verrà ristorata neppure da una goccia d’acqua e la chiederà invano.

Come chi prosegue imperterrito il suo viaggio, la povertà sovrasta il pigro, e la rovina travolge l’indeciso.

Ogni ora porta il temibile persecutore più vicino; egli sì che non si ferma lungo la strada! come un uomo armato entra con autorità e con forza, così il bisogno piomberà sul pigro, e la morte sull’impenitente.

Oh, se gli uomini potessero essere saggi al tempo opportuno, e cercassero con diligenza il Signore Gesù prima che spunti il giorno in cui sarà troppo tardi arare e seminare, troppo tardi per pentirsi e credere.

Nel periodo di raccolta è inutile lamentarsi che la semina è stata trascurata.

La fede e una decisione seria per Cristo sono sempre opportune.

Sarebbe meglio ottenerle oggi stesso.

Dio ti benedica.

A risentirci la prossima settimana.

 

Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi