COS’È IL PECCATO?

 

“Non c’è sulla terra nessun uomo giusto che faccia il bene e non pecchi” (Ecclesiaste 7:20).

“Il salario del peccato è la morte” (Romani 6:23).

 

La gente nel mondo ha molte definizioni per il peccato; molti hanno definizioni completamente differenti a ciò che veramente è il peccato.

Qualcuno dice: “Il peccato non esiste più, è superato. È una nozione del medioevo inculcata dalla chiesa per incutere timore ai fedeli”.

“Il peccato?”, qualcun altro dice, “si, certamente, è uccidere, rubare, abortire, bestemmiare e provocare guerre, è tutto ciò che merita la prigione. Tutto ciò non mi sfiora neanche il pensiero, quindi io sono a posto”.

Qualcun altro ancora dirà: “Per fortuna oggi si è meno severi di una volta. Le vecchie nozioni di pudore, di castità, e di fedeltà nel matrimonio, attualmente sono superate. Facevano diventare ipocrite le persone”.

Caro lettore, non è come tu o io possiamo definire il peccato, ma è ciò che ne pensa Dio e ciò che ne dice la Bibbia che veramente importa.

Il peccato è ogni strappo alla santa legge e giustizia di Dio, che non può far finta di non vedere e non sentire.

Molti uomini si reputano giusti perché non rubano e non uccidono, ma non sanno che davanti a Dio la loro giustizia è “come un abito sporco” (Isaia 64:6).

Ma c’è una buona notizia: chiunque può essere perdonato e reso giusto per l’opera di Gesù Cristo sulla croce del calvario.

Dio chi perdonerà?

Anche a questa domanda le opinioni della gente sono diverse e contraddittorie.

I più bravi, i più religiosi, i meno colpevoli?

Questo non è ciò che dice la Parola di Dio.

Solo una cosa è necessaria, tanto per te che per me, per ogni essere umano o per il peggiore di questa terra: confessare a Dio e abbandonare le proprie trasgressioni (Prov. 28:13).

La grazia di Dio è un dono, come ci dice questo verso, ed è per chiunque si ravvede e crede nel Signore Gesù Cristo come Signore e Salvatore che ha subìto il castigo della morte sulla croce per i nostri peccati per riconciliarci una volta per sempre con Dio.

Romani 5:6-9: “Infatti, mentre noi eravamo ancora senza forza, Cristo, a suo tempo, è morto per gli empi. Difficilmente uno morirebbe per un giusto; ma forse per una persona buona qualcuno avrebbe il coraggio di morire; Dio invece mostra la grandezza del proprio amore per noi in questo: che, mentre eravamo ancora peccatori, Cristo è morto per noi. Tanto più dunque, essendo ora giustificati per il suo sangue, saremo per mezzo di lui salvati dall’ira”.

A risentirci la prossima settimana.

 

Video di presentazione
Prossimi eventi
  • Nessun evento programmato
Chiamata al cordoglio
immagine
Ultimo aggiornamento
Parole di vita
Radio Evangelo
Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi