Benedizioni permanenti

 

(Ebrei 12:27)

“Or questo ‘ancora una volta’ indica la rimozione delle cose scosse, come di cose fatte, onde sussistano ferme quelle che non sono scosse”

 

In questo momento possediamo molte cose che possono essere scosse, e mai s’addice a un credente amarle molto, poiché non c’è nulla di stabile sotto questo cielo; e ogni cosa porta con sé il segno del cambiamento.

Eppure, noi possediamo anche “cose che non possono essere scosse”, e questa sera ti invito a pensare proprio ad esse.

Se le cose soggette al tempo vengono tutte messe da parte, potresti trarre un vero conforto da quelle che rimangono.

Qualunque siano state o potranno essere le tue perdite, tu puoi attualmente gioire della salvezza.

Se stai ai piedi della Sua croce, confidando soltanto nei meriti dei prezioso Gesù, nessun calo o rialzo dei mercati potrà influire sulla tua salvezza; nessuna banca che fallisce o affari che vanno a rotoli avranno la possibilità di intaccarla.

Questa sera mi rivolgo a te che sei un figlio di Dio: Dio è tuo Padre!

Nessun cambiamento di circostanze potrà mai privarti di questo.

Anche se fossi ridotto in povertà e privato di tutto, potresti dire: “Egli è ancora mio Padre. Nella casa del Padre mio ci sono molte dimore, quindi non sarò turbato”.

Hai a disposizione anche un’altra benedizione permanente: l’amore di Gesù Cristo.

Colui che è Dio e Uomo ti ama con tutta la forza e la tenerezza della Sua natura: niente potrà influenzarla.

Il fico può non fiorire, e nel campo può non esservi alcun gregge, ma non ha importanza per chi può cantare: “Il mio amico è mio ed io sono suo”.

Non possiamo perdere la parte migliore e più preziosa della nostra eredità.

Qualunque prova arrivi, comportiamoci da uomini; dimostriamo di non essere bambini, e non lasciamoci abbattere da ciò che accade in questo temporaneo lasso di tempo.

Il nostro paese è la terra dell’Emmanuele, la nostra speranza è lassù, calma come l’oceano durante l’estate; noi assisteremo alla rovina di ogni cosa terrena, ma ci rallegreremo nell’Iddio della nostra salvezza.

Dio ci benedica.

A risentirci la prossima settimana.

 

Seguici anche su Facebook
Video di presentazione
Chiamata al cordoglio
immagine
Ultimo aggiornamento
Parole di vita
Radio Evangelo
Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi