Atleti spirituali

 

“Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a sé stesso” Matteo 16:24

 

Nessun lettore onesto della Bibbia rimane nel dubbio riguardo alla natura della vita cristiana.

Il suo inizio è semplice e, spesso, assolutamente tranquillo; la mano vuota della fede riceve da Dio il dono del Figlio Suo e, con Lui, la vita eterna.

A volte questa transazione è difficile, e il primo passo viene tenacemente contrastato da satana.

Altre volte la luce splende, senza grandi contrasti e senza particolari reazioni emotive, e il nostro cristianesimo s’impone come una forte decisione volontaria.

Ma una volta che questa vita è iniziata, si va incontro sicuramente a contese e a conflitti, nel segno di una lotta contro il peccato.

Questo richiede una disciplina che abbraccia ogni aspetto della nostra vita.

Dobbiamo imparare a riservarci del tempo, altrimenti non ci sarà spazio per due esercizi assolutamente necessari: Ia preghiera e lo studio biblico.

Dobbiamo risparmiare il nostro denaro, limitare i nostri interessi al fine di non diventare superficiali né dispersivi.

Ma, prima di ogni altra cosa, dobbiamo imparare a dire “no”, agli inviti del mondo e alle sollecitazioni della carne.

La temperanza, o l’autocontrollo, è assolutamente necessaria.

L’apostolo Paolo, che aveva gli occhi ben aperti sull’epoca in cui visse, osservò come gli atleti si disciplinassero per d’uscire a vincere le gare.

Il cibo era volontariamente razionato e gli esercizi fisici ai quali si sottoponevano avevano lo scopo di prepararli a vincere la corsa.

Essi lo facevano per vincere una corona d’alloro, che pure era destinata ben presto ad appassire mentre la corona che noi ci sforziamo di ottenere non appassirà mai.

Saremo dunque meno disciplinati?

Ci sono alcune cose, quindi, che il credente deve rifiutare.

Non conta soltanto esaminare se il loro uso sia più o meno lecito, ma, soprattutto, comprendere se si tratta di cose adatte o no ad atleti di Dio che stanno svolgendo i loro allenamenti.

Spesso siamo chiamati ad evitare ciò che altri possono fare o usare; noi dobbiamo imparare a fare ciò che è utile per raggiungere il nostro traguardo eterno.

Dio ci benedica.

A risentirci la prossima settimana.

 

Video di presentazione
Prossimi eventi
  • Nessun evento programmato
Chiamata al cordoglio
immagine
Ultimo aggiornamento
Parole di vita
Radio Evangelo
Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi