ALLA FINE DELLA CORDA

 

Il titolo di questa meditazione è: “Alla fine della corda”.

Paolo scrisse: “…Affinché non ci confidassimo in noi stessi, ma in Dio che risuscita i morti” (2Corinzi 1:9).

In pratica, disse: “Il Signore mi ha portato alla fine di ogni aiuto umano, sull’orlo della morte, un luogo talmente disperato che solo il Dio che possiede la potenza della resurrezione avrebbe potuto salvarmi!”.

Quale luogo meraviglioso in cui trovarsi, alla fine della corda!

Ho sempre detto che quando raggiungi il fondo ti imbatti in Dio!

Tuttavia, se senti la maggior parte dei cristiani in mezzo alla sofferenza li senti dire: “Ce la farò in qualche modo. Me la sto cavando. Affronto un giorno per volta”.

Sin dalla nostra infanzia c’è stato inculcato il concetto dell’auto-sufficienza: “Affrontalo da uomo! Gli uomini non piangono!”.

Quante volte hai cercato di risolvere tutti i tuoi problemi?

Quanto spesso sei stato inondato da tentazioni che ti hanno sopraffatto?

Ti prego non fraintendermi.

Credo che Dio voglia che combattiamo il buon combattimento della fede, ma il Signore ha il Suo modo di permetterci di essere “schiacciati oltre misura”.

Nulla di quello che provi funziona.

Niente di quello che hai letto sembra aiutarti.

Nessun consiglio sembra aver senso.

Improvvisamente, sei costretto in una crisi che distrugge ogni fiducia in te stesso.

Non hai speranza, se non quella di lasciare andare ogni speranza umana.

Sei costretto a confidare in Dio, e ti rendi conto che l’unica via d’uscita è credere!

Paolo ce lo sta dicendo chiaramente: “Avevo una sentenza di morte su di me. Sono stato provato oltre misura, alla fine di ogni speranza, tanto da non poter più confidare in me stesso! Dovevo rivolgermi a Dio, credendo che Lui soltanto mi potesse salvare dalla mia sofferenza”!

“Nessuna tentazione vi ha finora colti se non umana; or Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze, ma con la tentazione vi darà anche la via d’uscita, affinché la possiate sostenere” (1Corinzi 10:13).

Qual è questa via d’uscita?

È giungere alla fine delle tue forze e rivolgerti soltanto a Dio!

Significa dire, come Paolo, “Non confido più in me stesso!”

La via d’uscita è una fede in Dio semplice, come quella di un bambino.

Significa confidare completamente che Lui sarà con te in tutto questo, abbandonarti e dire: “Dio, arrendo tutto a Te!”

 

Video di presentazione
Prossimi eventi
  • Nessun evento programmato
Chiamata al cordoglio
immagine
Ultimo aggiornamento
Parole di vita
Radio Evangelo
Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi