“40 MILA CHILI DI PROSCIUTTO DISPERSI IN MARE”

 

Se al tempo di Gesù, quando Egli compì il miracolo della liberazione del posseduto Gadareno, ci fosse stato un giornale, sul principale quotidiano della città di Gadara avremmo letto il seguente articolo:

QUOTIDIANO: GADARA OGGI

Gadara: Circa 40 mila chili di prosciutto sono stati dispersi in mare la scorsa settimana in una strana serie di circostanze che si sono verificati a sei chilometri dalla capitale Perea città di Gadara lungo le scogliere a picco sulle rive del Mare di Galilea.

I cittadini che per primi udirono la notizia si precipitarono sul posto dopo che un gruppo di pastori suini erano entrati in città e segnalato l’incidente.

Testimoni oculari hanno dichiarato che un profeta ebreo chiamato Gesù di Nazareth stava attraversando la regione, quando lui ei suoi discepoli sono stati avvicinati da un indemoniato violento che viveva nelle vicinanze.

Le fonti dicono che l’uomo era un pazzo sregolato che ha vissuto nella regione per molti anni, camminando nudo tra le numerose tombe della zona.

Per anni, dicono le fonti, i viaggiatori non erano in grado di passare attraverso l’area senza correre più di qualche pericolo.

Diversi tentativi da parte delle autorità erano stati fatti per portare l’uomo sotto controllo, sono state usate nientemeno delle catene di ferro, ma costui più volte le aveva rotte librandosi nuovamente.

I pastori dei suini hanno detto ai nostri reporter che il loro branco di 200 maiali erano nelle prossimità quando hanno sentito l’indemoniato uscire dal suo nascondiglio ed andare incontro al profeta.

Delle parole sono state scambiate con il presunto uomo indemoniato in cui i demoni, sembra abbiano parlato e pregato il profeta di non gettarli all’inferno.

Per questo, hanno detto testimoni oculari, il Profeta chiamato Gesù avrebbe acconsentito, permettendo ai demoni di entrare in quel branco di maiali, che successivamente si precipitavano impazziti giù per un precipizio, cadendo dalla scogliera nell’acqua sottostante.

I pastori hanno riferito che il branco è andato completamente perso.

L’incidente aveva attirato così tanta attenzione da parte dei cittadini di questa città che molti uscirono verso il luogo per verificare quanto affermato.

Dopo aver presumibilmente constatato la veracità dei resoconti, le fonti hanno detto che i cittadini spaventati hanno chiesto al profeta Gesù, di lasciare immediatamente la loro regione, cosa che Lui ha fatto.

Né il profeta di nome Gesù, né i suoi discepoli erano disponibili per ulteriori commenti.

Successivamente, l’uomo liberato sarebbe rimasto sul posto ed in un’intervista ha detto ai giornalisti: “…io ero posseduto da una legione di demoni e vivevo tra le tombe, ma Gesù è stato colui che mi ha reso libero ed Egli è il Messia, il Figlio Unigenito di Dio e il Salvatore del mondo!….”.

I parenti dell’uomo liberato confermano lo sconcertante cambiamento del loro familiare.

Ecco la testimonianza di uno di loro: È irriconoscibile! Noi lo ricordiamo violento, un pazzo scatenato!

Lo abbiamo denunciato più volte alle autorità locali perché aggressivo, prepotente, facinoroso, insomma: un delinquente!

Siamo stati costretti a cacciarlo non solo dalla nostra casa, ma anche dal nostro paese e adesso vederlo ritornare a casa completamente cambiato è davvero incredibile!

Ma non solo: testimonia continuamente a favore di questo Gesù e quello che rimane impresso è la ferma convinzione di ciò che afferma! Evidentemente non ci resta che dire che i miracoli esistono ancora!

Stando all’ultima notizia, al momento in quella zona si registra l’incremento di una porzione significativamente grande degli abitanti di questa città che si dichiarano seguaci del Messia di nome di Gesù.

Gli esperti demografici e studiosi affermano che questo è dovuta alla testimonianza dell’uomo che è stato liberato dai demoni, in particolare, allo sconcertante cambiamento che vi è stato nella sua vita.

Sembra che la storia non finisca qui.

Vi terremo aggiornati.

 

Video di presentazione
Prossimi eventi
  • Nessun evento programmato
Chiamata al cordoglio
immagine
Ultimo aggiornamento
Parole di vita
Radio Evangelo
Chiudendo questo avviso o continuando comunque la navigazione in questo sito internet, consenti che vengano eventualmente utilizzati cookies tecnici, analitici o di profilazione anche di terze parti. Per notizie più approfondite, consulta le informazioni contenute nel box Privacy e Cookies in basso a destra in questa pagina. Leggi subito | Chiudi